World Tourism Day 2017

27 settembre, giornata del turismo mondiale

 “Il mondo è come un libro, e chi non viaggia ne legge solo una pagina”. (Sant’ Agostino). La giornata mondiale del turismo (in inglese World Tourism Day) è una ricorrenza internazionale celebrata il 27 settembre di ogni anno. È stata così designata dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite del settembre 1979. Per esempio lo scorso anno per il 37º anniversario (1980 – 2016) della Giornata Mondiale del Turismo, commemorato in un paese del Sud Est asiatico, la Tailandia, il tema è stato: “il Turismo per tutti: promuovere l’accessibilità universale“. Il viaggio che diviene quasi un “Karma” per ogni essere vivente che intenda vivere pienamente la propria vita sul nostro pianeta. 

Word Tourism Day

Word Tourism Day

Ammontano, nel 2016, a  circa 1 miliardo e 300 milioni i viaggiatori nel mondo ed il settore è in progressione positiva dal 1990.

Sono più di 50 milioni i turisti stranieri in Italia e all’incirca un impiagato su 10 è occupato in uno dei settori del comparto turistico.

IL TURISMO STRANIERO IN ITALIA

L’Enit ovvero l’Ente Nazionale Industria Turistica a cura della Direzione Centrale Programmazione e Comunicazione ha divulgato sul proprio sito questi dati relativi all’anno 2015:

1. LA CONGIUNTURA MONDIALE

Il 2015 è stato un altro anno favorevole per il turismo internazionale: secondo i dati dell’Organizzazione Mondiale del Turismo (OMT) gli arrivi internazionali sono stati 1,186 miliardi con un incremento pari al 4,6%, ovvero 52 milioni in più rispetto al 2014.

Quasi tutte le macro-aree mondiali hanno presentato variazioni positive negli arrivi: la crescita risulta più elevata per le Americhe (5,9%) e per l’Asia e il Pacifico (5,6%), seguono le l’Europa (4,7%) e il Medio Oriente (1,7%); solo l’Africa è risultata in flessione (-3,3%).

L’Europa – che si conferma l’area più visitata del mondo – ha raggiunto quota 607,7 milioni di arrivi, con 27,5 milioni di turisti in più rispetto al 2014; l’aumento è apprezzabile anche nell’Europa Meridionale/Mediterranea con 10,4 milioni di arrivi in più (+4,8%).

Fonte: Enit

Numeri confortanti per una popolazione di giovani studenti che ambiscono ad occupare una posizione, magari di rilievo, nel proprio futuro professionale.

La città di Roma, per esempio, ha organizzato percorsi turistici specifici per i turisti che in questi giorni si recano nella capitale, i Musei Vaticani hanno previsto in quest’ottica l’ingresso gratuito.

La bilancia dei pagamenti è in positivo, quindi noi italiani spendiamo all’estero meno di quanto spendano i turisti stranieri in Italia, ed è un segnale positivo per l’economia dello stivale.

Trend generati dai flussi turistici in Italia
  • +3.9% Spesa dei viaggiatori stranieri in Italia. Var. % gen-ott 2015-2016 Dati provvisori Banca d’Italia.
  • +0.8% Presenze totali negli esercizi ricettivi. Var. % gen-ott 2015-2016 Dati provvisori Istat.
  • +3.3% Entrate da turismo internazionale in Italia. Var. % gen–ott 2015-2016 Dati provvisori UNWTO.

www.ontit.it/: Homepage ONT Osservatorio nazionale del Turismo

 

Nella sezione sottostante una tabella di sintesi che prende in analisi comparando, il 2014 e il 2015, dati statisticamente rilevanti. Gli arrivi sono contrapposti alle presenze per avere un valore dei pernottamenti mediamente generati, trascorsi, da ogni singolo individuo che si reca in visita nel nostro paese. Nello specifico, le mie due regioni si collocano al 2° e all’13° posto sulla classifica nazionale, anche se la Puglia continua la sua scalata grazie ai suoi trend in continua crescita.

Studi e ricerche - ENIT - Agenzia Nazionale del Turismo(1)

Flussi stranieiri in Italia 2014 – 2015

 

I dati sono perfettamente in linea con le scelte dei giovani studenti italiani, che sempre di più scelgono la formazione degli istituti professionali alberghieri per pianificare il proprio futuro professionale. Anche l’organizzazione delle scuole alberghiere e i relativi programmi di studio vanno verso questa direzione, selezionando sempre più alunni con spiccate capacità organizzative e relazionali. Maggiore professionalità ed una migliore formazione sono quindi alla base della crescita del turismo nazionale, la scuola alberghiera non più fanalino di coda della scuola secondaria di secondo grado italiana ma volano per una crescita a nove zeri.

di Massimo Galiotta

….. to be continued …..

 

Annunci

Informazioni su Galiotta Massimo

Insegnante di Enogastronomia

Pubblicato il 27 settembre 2017 su Business, Cultura, Turismo. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: