Archivi Blog

Beatrice Gigli, una passione per Business & Management

In questi giorni in cui fervono i preparativi per Natale, sui social, è apparso un post che ha stuzzicato la mia voglia di parlare di opportunità, soprattutto per i miei giovani alunni, futuri maturandi, che spesso mi chiedono di potenziali sbocchi professionali nel loro futuro. Non solo un post ma un manifesto alle molteplici possibilità di competitività presenti sul mercato per la  “tua azienda”, che recita così:

La perfezione esiste!

15621729_1252108901517223_5770085667294212246_nLadurée, la pasticceria francese nota per il suo Macaron, portato in Francia dall’italiana Caterina de’ Medici nel 1533, è riuscita ad unire qualità, packaging , comunicazione, grafica, architettura, strategia di marketing, internazionalizzazione. La cosa su cui Ladurée ha puntato è soprattutto il design del prodotto. I suoi dolci sono studiati a regola d’arte come un’opera di architettura. Anche voi potete puntare alla perfezione! Beatrice Gigli Business Management e i suoi Partners sono specializzati per progettare e rendere unici i vostri prodotti”.

(Beatrice Gigli Business Management/Facebook)

Leggi il resto di questa voce

Annunci

Il cibo nell’arte pittorica

Cenni storici

Canestra-di-frutta-Caravaggio

Caravaggio, olio su tela, 46 x 64,5, Milano, Pinacoteca Ambrosiana

Il ruolo che ricopre il cibo nelle opere d’arte è davvero speciale; da sempre occupa un posto di primaria importanza nell’immaginario degli artisti di tutti i periodi storici e delle rispettive correnti pittoriche.

Si può partire sin dalla preistoria e  dalle scene di caccia dei graffiti presenti in siti antichissimi, passando per i mosaici di Pompei e dell’antica Bisanzio, fino alle tavole più famose del rinascimento come “L’ultima Cena” (sicuramente una delle scene più rappresentate della storia dell’arte).

Il cibo ha sempre occupato un posto di rilievo, destinato a comunicare all’osservatore la natura del quadro (religiosa o profana che dir si voglia), l’estrazione sociale dei suoi protagonisti (dolci e selvaggina per le classi elevate, pane e legumi per quelle meno abbienti), ovvero l’epoca di ambientazione della scena.

Leggi il resto di questa voce