Archivi Blog

BTM Puglia – il mondo del turismo a Lecce

btm_marchio_orizzontale-colorFervono i preparativi per la terza edizione di BTM Puglia (Business Tourism Management), di scena a Lecce dal 16 al 18 febbraio, nelle sale del Castello Carlo V. La manifestazione, che ha il supporto di Pugliapromozione, è un contenitore in cui domanda e offerta si confrontano per pianificare congiuntamente nuove strategie di marketing.

È l’unico evento in Puglia a riunire tutti i principali protagonisti del settore ed è rivolto non solo agli addetti ai lavori, ma anche a visitatori o semplici curiosi. Quest’anno è prevista la presenza di 120 espositori, 50 buyers internazionali, relatori, bloggers.

Leggi il resto di questa voce

Annunci

A Merano si parla di: “Alimentazione e cibo nelle encicliche papali”

Prof. don_Paolo_RennerNon si vive di solo pane (citazione del Deuteronomio), così inizia la conferenza del Prof. Don Paul Renner tenutasi ieri, alle 15:30, presso il Centro della cultura di via Cavour, a Merano (Bz). L’intervento è stato un racconto piacevole e ricco di aneddoti sul valore che il cibo ha avuto nei diversi periodi storici, della travagliata esistenza umana. Un excursus partito dulla moderna ristorazione veloce ed etnica dove, ormai, il cibo è solo un bisogno da soddisfare il più in fretta possibile, soffermatosi sull’importanza semantica della parola “cibo” (il cibo non solo per mangiare), per poi continuare con il valore dato, dalla Chiesa e dalle encicliche papali, al bene primario per antonomasia.

Leggi il resto di questa voce

Il cibo nell’arte pittorica

Cenni storici

Canestra-di-frutta-Caravaggio

Caravaggio, olio su tela, 46 x 64,5, Milano, Pinacoteca Ambrosiana

Il ruolo che ricopre il cibo nelle opere d’arte è davvero speciale; da sempre occupa un posto di primaria importanza nell’immaginario degli artisti di tutti i periodi storici e delle rispettive correnti pittoriche.

Si può partire sin dalla preistoria e  dalle scene di caccia dei graffiti presenti in siti antichissimi, passando per i mosaici di Pompei e dell’antica Bisanzio, fino alle tavole più famose del rinascimento come “L’ultima Cena” (sicuramente una delle scene più rappresentate della storia dell’arte).

Il cibo ha sempre occupato un posto di rilievo, destinato a comunicare all’osservatore la natura del quadro (religiosa o profana che dir si voglia), l’estrazione sociale dei suoi protagonisti (dolci e selvaggina per le classi elevate, pane e legumi per quelle meno abbienti), ovvero l’epoca di ambientazione della scena.

Leggi il resto di questa voce

Una dimora Riscoperta

La dimora è ultimata e non vede l’ora d’ essere abitata da viaggiatori “slow” che nulla hanno a che fare con il turismo di massa. Nascosta tra le viuzze del borgo storico di Specchia, in provincia di Lecce (a pochi km dalle spiagge di Ugento e Gallipoli, poco più a nord di S. Maria di Leuca e ad un passo da Tricase Porto), aspetta silenziosa per farsi scoprire da chi ama rifugiarsi nell’intimo tepore di questa terra millenaria.

http://www.rai.tv/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-8191b250-91bc-4982-9188-fd88d708a29c.html#p=’

Leggi il resto di questa voce

Una casetta nel cuore di Specchia

il Borgo storico

il Borgo storico

Numerose le località che rendono il Salento una delle mete turistiche più gettonate dell’estate. Alcune, Otranto e Gallipoli, note perchè frequentate da Vip e turisti amanti del mare cristallino, altre perchè rappresentano delle vere e proprie perle dell’architettura d’altri tempi. Borghi storici che lasciano un segno indelebile nel visitatore che vi soggiorna. In queste cittadine, come Specchia in provincia di Lecce (inserita nel circuito dei “Cento borghi più belli d’Italia”), si può scegliere di soggiornarvi usando i normali canali dell’accoglienza alberghiera, oppure abitando splendide dimore storiche sapientemente ristrutturate e rese accoglienti come suite di prestigiosi hotel.

http://www.rai.tv/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-8191b250-91bc-4982-9188-fd88d708a29c.html#p=’

Leggi il resto di questa voce